Tom Browne e il pull apart bread

Non so davvero come sia stato possibile che io mi sia fatta sfuggire per anni questa cosa del pull apart bread, la mia scoperta culinaria dell’anno 2015.

Ma come ve lo spiego?

Siccome non è troppo semplice tradurre pull apart bread in italiano, ho deciso di condividere direttamente con voi la prima delle tante versioni che ho realizzato di questo formato di prodotto da forno.

Nello specifico ho preparato una specie di riadattamento alla rustichella dei kanelbullar di *inserisci nome di nota catena svedese di mobili in scatola di montaggio*, anche conosciuti come cinnamon rolls, che ho poi divorato amabilmente spaparanzata sul divano in uno dei rari momenti di tempo libero, mentre mi godevo un fantastico disco del 1980: Love Approach di Tom Brown, arrivato alle mie orecchie dopo essere stato utilizzato da quel genio di Count Bass D per un singolo di qualche anno fa.

kanelbullar pull apart bread

Ingredienti per una teglietta:

    • pasta lievitata, la stessa della pizza ma con un po’ di olio di semi al posto dell’olio d’oliva;
    • miele;
    • cannella in abbondanza;
    • quattro o cinque cucchiai di burro fuso;
    • qualche seme di cardamomo;
    • pistacchi o noci tritate (facoltative);
    • zucchero di canna;

Stendete bene la vostra pasta lievitata proprio come se voleste preparare una tegliona di marinara e, aiutandovi con una rotella per la pizza, tagliatela a strisce larghe 3 dita.

Nel frattempo fate sciogliere a fuoco dolce il burro (mi raccomando non fatelo bruciare), aggiungeteci miele a gusto e spalmate questo intruglione sulle strisce di pasta usando un pennello pulito.

Spolverizzate queste strisce di pasta con un po’ di zucchero scuro addizionato di cardamomo, la cannella, la granella di frutta secca. Ora arrotolate le strisce su loro stesse, come per formare delle spirali di pasta e posatele in una teglia che avrete ricoperto di carta da forno.

Versate il rimanente burro e miele sulla superficie e, se volete creare un effetto un po’ caramelloso, aggiungeteci una spolveratina di zucchero in superficie.

Andate in forno già caldo a 200° C e fate cuocere finché il tutto non sarà ben dorato e profumatissimo (dipende dalla quantità, ma ci vorrà una ventina di minuti circa).

Sfornate, fate freddare e resistete fino alla prossima colazione, quando sarete finalmente autorizzati a mangiare il vostro pull apart bread direttamente dalla teglia, come goduria svedese vuole.

Share Button