The Blast Podcast #54: FFiume in Trenchtown 2 Boogie Down

ffiume_trenchtown_2_boogiedownLa connessione tra Kingston e New York, storicamente, è sempre stata fortissima, già dalla metà del secolo scorso. Anche e soprattutto grazie agli immigrati caraibici e ai loro figli, la cultura hip hop dalle yard giamaicane ha mutuato il concetto di sound system, strumentale all’esplosione del fenomeno delle feste nei parchi e dei block parties. Così come il toasting, mescolandosi allo scat ed al blues, con il carico del funk, ha contribuito a definire il deejay style newyorkese, ovvero l’emceeing.

D’altra parte, la Giamaica ha a sua volta assimilato gli influssi della musica soul e blues, grazie alle emittenti radio statunitensi che si captavano sull’isola dal secondo dopoguerra in poi, mutuando e rielaborando elementi della tradizione rhythm & blues afroamericana, dando vita così al reggae più classico e a tutto quello che ne è conseguito.

Naturale, quindi, che nella prima metà dei Novanta a New York come a Kingston si mescolassero boom bap e raggamuffin, e che i deejay giamaicani avessero delle versioni per attaccare il mercato americano, o venissero semplicemente remixati in chiave hip hop dai cugini newyorkesi. Si creavano così dei mostruosi anthem per i sound a livello mondiale. Bootleg, remix, compile pirata, tutto era possibile e di tutto circolava ovunque.

FFiume seleziona e missa per noi un pò di dischetti di quel periodo, strettamente dodici pollici, white label e mix originali, tutto vinile col sapore polveroso e l’ardore di una volta. Move yo’ bomboclatt.

DOWNLOAD: The Blast Podcast #54 – FFiume in Trenchtown 2 Boogie Down

The Blast Podcast #54 – FFiume in Trenchtown 2 Boogie Down by Strettoblaster on Mixcloud

Share Button