Cinque piccole zucche (al curry)

Autunno, cadono le foglie e ritornano le serate sul divano, il plaid a quadrettoni très clochard, il letargo e la voglia di confort food.

La zucca è l’ortaggio autunnale per eccellenza, col suo apporto massivo di carotene, vitamina C e vitamina A; in più è ipocalorica, versatile, economica e veloce da cuocere. Da qualche anno l’ho stabilmente introdotta nei miei menù autunno-inverno ed una delle mie ricette preferite è questa zuppa di zucca al curry che si prepara davvero in pochissimo tempo.

Dietro a quelle bottigliette di mix di spezie chiamate curry c’è tutta una storia che fa venire l’angoscia agli etimologi: parla di inglesi colonizzatori d’altre epoche che scambiano il termine kari (che pare significhi salsa speziata, i piatti preparati in umido Indian style) con la miscela di spezie utilizzata per insaporirli, che viene chiamata garam masala e del quale ogni cuoco indiano ha la sua versione personale realizzata mescolando curcuma, coriandolo, zenzero e via dicendo. Nei miei vari tentativi, peraltro non sempre di successo perché la cucina indiana non è affatto semplice, ho scoperto quasi subito che un curry di pollo riesce davvero bene solo se prendi 5 o 6 spezie diverse e le misceli sapientemente in modiche dosi per poi sfriarle in olio, questo procedimento può fare davvero la differenza nelle vostre ricette orientali.

Ad ogni modo qui in occidente il cosiddetto curry ha preso piede, e questa ricetta salutista e ipocalorica che indiana non è richiede proprio una di quelle boccettine color ocra.

Per onorare la zucca ho deciso di ricacciare fuori dallo zainetto Beyond Human Comprehension, un EP classico del calderone Atoms Family che va benissimo per giocare a dolcetto o scherzetto.

5 little pumpkins

Ingredienti per una zuppetta per due:

  • olio di oliva
  • 1 fetta di zucca
  • 1 cipolla tagliata a pezzi (non andate per il sottile ‘ché non vi serve)
  • mezzo dado vegetale
  • acqua
  • aglio in polvere
  • origano secco
  • curry in polvere
  • latte di soia (così nella ricetta originaria, ovviamente il latte animale va benissimo)

Scaldate un giro di olio in una pentola e soffriggeteci un po’ la cipolla, in modo che prenda sapore; aggiungete poi la zucca, il dado, coprite di acqua e fate cuocere finché la zucca non si sarà intenerita.

A questo punto aggiungete mezzo cucchiaino di aglio essiccato in polvere, mezzo di polvere di curry e un cucchiaino di origano. Togliete dal fuoco e frullate tutto con il frullatore ad immersione fino ad avere una crema liscia, se necessario aggiustate di sale e aggiungeteci un po’ di latte: non vi indico una quantità esatta perché la zuppa la mangiate voi e la densità è a vostro piacere.

Mangiate la zuppa ancora calda, e se non siete proprio a dieta stretta accompagnatela con tanti crostini di pane da sfamare una crew di trenta persone.

Share Button