Introducing: Elbee Thrie & Phony PPL – 53000. (2013)


Warning: Illegal string offset 'filter' in /home/fabioruolo/webapps/strettoblaster/wordpress/wp-includes/taxonomy.php on line 1442

Elbee-Thrie-Phony-Ppl-53000-mixtape

Rieccoci qua, O.P. e la sua solita cadenza plurimensile da blogger nevrotico/lavativo. Dunque, benvenuti.

Il prodotto che intendiamo proporre questa volta alla vostra gentile attenzione è, come piace a noi, una novità. Magari non in senso strettamente temporale, in quanto già edita da un paio di mesi, comunque una novità, in senso più ampio.

Trattasi del progetto solista del rapper Elbee Thrie, proveniente dal collettivo dei giovani Phony PPL, si legge “foni pipol“, e significa più o meno “gente fasulla“, casomai interessasse. Collettivo col baffo, possiamo dirlo, di provenienza Brooklyn NYC, freschi nel suono e freschi nel look. In giro già da un paio d’anni, noti alle cronache come lontanissimi dal fare un pezzo uguale ad un altro, e per avere recentemente ammesso di desiderare di essere una sedia.

Che dire di più?

I ragazzi sono otto, capitanati dal sopracitato Elbee Thrie, con Sheriff PJ alla voce, perchè dentro c’è il rap tanto quanto il soul ed il jazz, non a caso Matt “MaffYuu” Byas e Bari Bass si occupano della sezione ritmica, rispettivamente alla batteria e al basso, e a loro si aggiungono Aja Grant alle tastiere e Ian Bakerman alla chitarra rimica. Si tratta di un gruppo, nel senso più classico del termine, avete capito bene: e, come ogni gruppo che si rispetti, anche loro hanno una chitarra solista, Elijah Rawk, ed un sassofono, Temi Okotieuro. Per invogliare all’ascolto la descrizione dell’organico sembra abbastanza, anche perchè il logo del gruppo, come suggeritomi dall’Host, è interessante già di suo.

Volendo dirla in parole ricche di sodio, una fusione interessante di sonorità calde, tra il rhythm&blues ed il soul, che ruotano intorno a parole mai banali, scandite con la consapevolezza e la delivery degna dei migliori emcees d’Oltreoceano, senza disdegnare qualche vocalizzo. Il tutto è in free download, se volete offrire zero a questi ragazzi.

Una per il venerdì, dedicata a chi piace l’originalità unita alla tradizione, come anche a chi detesta il prestampato standard.

Share Button