FFiume versione Summermixxx: Blast Podcast 126

ffiume summermixxx podcast strettoblaster

Quando ospitiamo FFiume sulle nostre pagine virtuali è quasi sempre un buon momento. Nonostante il fatto che ci siamo fatti desiderare, cerchiamo comunque di portare il nostro con semplicità e buongusto a chi ci segue. Ci avete chiesto più musica, più intuizioni audio, e più imbeccate per scoprire cose nuove. Abbiamo chiesto al nostro uomo all’Havana di selezionare un po’ di cose per i nostri amici.

Gli abbiamo lasciato la parola per introdursi e spiegarvi il senso ed il perché di questo Summermixxx per il Blast Podcast, un mix che spazia non tanto cronologicamente (si tratta di musica edita negli ultimi 12 mesi o giù di lì) quanto geograficamente e come intuizioni musicali. La parola ad FF, quindi…

Ci ho messo un po’ a rimettermi a selezionare musica, ne avevo voglia e bisogno insieme.
Dall’uscita di The Irhu Experience, lo scorso anno, ho scritto due album, rimesso mano a vecchie produzioni, e ascoltato molta musica.

Ho girato video, messo energia in progetti diversi, scoperto nuove derive del suono, ma mi è mancato fare quello che per tanto tempo ho fatto, comunque, ovvero condividere la mia ricerca e passione per la musica. Alla fine grazie a voi, amici di sb, ritorno con una selezione semplice, una sorta di compendio dei suoni, in minima parte, che mi hanno accompagnato in questi mesi, gli ultimi dodici circa.

Dal golden sound made in UK di gruppi come i Children of Zeus, o il jazz quintet di Nubya Garcia, fino alla Napoli di Bop e 291Out, dal rap stradaiolo e senza fronzoli di Westside Gunn alle fughe strumentali di cose più rarefatte e classiche come Blue Lab Beats, qui trovate un discreto viaggio in quello che è il sound più attinente ai miei mood dell’ultimo anno. Ci sono ovviamente cose non dette e arcani non svelati, a margine di tutto, ma magari troveremo modo di parlarne altrimenti, altrove…intanto grazie strettoblaster, questo è Summermixxx, enjoy! – FF

Share Button