Ella, Louis e il gingerbread di Natale

Questa settimana mi sono fatta prendere la mano e ho iniziato a sfornare biscottini natalizi. Non tanto per il Natale quanto per i biscottini, che riempiono casa di profumi invernali. Nei paesi freddi per esempio, hanno questa tradizione di biscottino speziato generico variamente decorato: dal classico omino di pan di zenzero (il Gingerbread Man di un certo MF Grimm, che riprendeva una certa rima di Notorious B.I.G., che riprendeva una certa storiella popolare etc etc etc…) alla casetta della strega di Hansel & Gretel, variamente ricoperta di meringa e zuccherini.

Io ho optato per la variante stelline, perché era l’unico cutter che avevo in casa si sa che le stelline di pan di zenzero piacciono a tutti! E siccome siamo in chiusura di anno ho deciso di esagerare con la quantità e regalarne un po’, dopo averli opportunamente confezionati.

Staaars shining briiight abooove youuu cantava Ella Fitzgerald nella sua versione di Dream a Little Dream of Me insieme a Louis Armstrong: mentre spignatto mi piace troppo riascoltare questi classici del beat diggin’ e cantarli come se fossi veramente una jazz lady; a ‘sto giro la scelta è caduta proprio sul disco del 1956 che hanno fatto assieme e che si chiama Ella & Louis, fra l’altro con quel mostro di Oscar Peterson al piano, uno dei miei preferiti in assoluto.

twinkle, twinkle, gingerbread

Ingredienti per 40 biscottini:

  • 115 g burro più 115 g margarina (possibilmente senza grassi idrogenati ché fanno male; se la omettete ricordate che la pasta frolla fatta solo col burro è più sensibile al calore durante la lavorazione);
  • 100 g zucchero semolato bianco più 100 g zucchero scuro di canna;
  • 175 g melassa o sciroppo di zucchero random; potrebbe funzionare col miele non troppo raffinato;
  • 1 tuorlo d’uovo;
  • 250 g farina;
  • 1/2 cucchiaino di sale;
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato;
  • 1/2 cucchiaino di lievito chimico per dolci;
  • 1/2 cucchiaino di cannella in polvere;
  • 1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere;
  • 1 cucchiaino di zenzero in polvere;
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere;

Lavorate in una ciotola il burro a crema con lo zucchero, aggiungete il tuorlo d’uovo e la melassa. Separatamente mescolate la farina setacciata con le spezie, il sale, il lievito, il bicarbonato e incorporatela al burro e allo zucchero. Lavorate l’impasto finché non sarà uniforme, copritelo con della pellicola e mettete in frigo a rassodare per almeno un paio d’ore.

Armatevi ora di carta da forno ed iniziate a tagliare i vostri biscotti: prendete un po’ di impasto, stendetelo con un matterello o affini su un foglio di carta da forno leggermente infarinato, fino ad avere uno spessore di mezzo centimetro e tagliatelo armati di formina apposita. Rimuovete l’impasto di troppo e stendetelo di nuovo, tagliate, stendete, tagliate. Fatto.

Se avrete infarinato la superficie prima di stendere l’impasto e tagliarlo, dovreste poter spostare facilmente i vostri biscotti su delle placche da forno coperte di carta, che metterete poi in frigo a rassodare di nuovo per una mezz’ora o più.

Accendete il forno a 175° C mentre i biscottini aspettano in frigo, e quando l’impasto sarà di nuovo freddo toglieteli da lì e infornateli immediatamente per 8-10 minuti, finché non saranno sodi, quindi fate freddare.

Se volete proprio strafare o se avete dei bambini vicino da tenere impegnati, potete sciogliere un po’ di cioccolato a bagnomaria con un goccio d’acqua -ma veramente un goccio!- e poi pucciare le stelline per metà, quindi farle asciugare su carta da forno…ma vi assicuro che sono buonissime anche solo con due zuccherini (due!) poggiati sopra prima di andare in cottura.

gingerbread

Share Button