Crema di asparagi a tempo di samba

La crema di asparagi è un piatto tipicamente primaverile, uno di quelli che si preparano in pochissimo tempo ma vi fanno fare la figura da chef raffinati e vagamente franscesi.

In questo periodo la sopracitata pianta verde si trova un po’ ovunque: selvatica se andate per campi o in ordinati mazzetti nei banchi della frutta e verdura, a prezzi piuttosto accessibili.

L’altro giorno stavo facendo un giro di ricognizione presso un noto ipermercato di zona mentre ascoltavo l’arcinoto Timeless di Sérgio Mendes e will.i.am a volumi esagerati in cuffietta e okay, diciamolo, camminavo pure a tempo di samba sotto gli occhi un po’ scandalizzati delle vecchiette, strafregandomene.

Poi li ho visti: asparagini freschi, verdissimi, perfetti per la mia ritrovata dieta simil salutare. Mi sono ricomposta, ho riempito il cestino e mi sono diretta verso le casse con l’amplomb di una persona quasi seria.

crema asparagi detail

Ingredienti x 2:

      • un mazzo di asparagi freschi;
      • una noce di burro;
      • una piccola patata a fette sottili (è il vero segreto della cremosità);
      • una cipolla a fette sottili (così tutto cuoce prima).

per i crostini:

    • pane (io ho usato quello in cassetta ma quello fresco è ancora meglio);
    • olio extra vergine di oliva;
    • un po’ di formaggio grattugiato (facoltativo)

Tagliate la parte più dura dei gambi degli asparagi e buttatela via, affettate sottilmente il resto e lasciate le punte intere.Fate sciogliere del burro in un tegame dai bordi alti, versateci la cipolla e fatela dorare a fuoco dolce finché non sarà ben appassita: aggiungete ora la patata a fette, date una bella rimestata, fate andare un minuto e versateci i vostri asparagi affettati, quindi coprite di acqua.

Si tratta di far cuocere il tutto finché le verdure non saranno tenere: è questione di una decina di minuti.

Portatevi avanti col lavoro e iniziate a tagliare il pane a dadini, buttatelo dentro un ciotolone, dategli un giro di olio, uno o due cucchiai di formaggio grattugiato, sale, pepe. Mescolate bene (con le vostre sante manine) e poi versate tutto su un padellone rovente per farli dorare qualche minuto.

Nel frattempo la vostra zuppa sarà cotta: salvate qualche cima di asparago che userete poi per decorare i piatti e, aiutandovi col un frullatore ad immersione (o, se siete degli hipster senza speranze, col vecchio passaverdure) frullate a crema il tutto.

Ci siete quasi.

Versate la crema di asparagi nei piatti, poggiateci al centro un mucchietto di crostini e qualche punta di asparago per dimostrare che siete troppo real per nutrirvi di crema di asparagi liofilizzata in busta.

Tutto pronto.

crema asparagi

Portate a tavola e datevi le giuste arie, poi ballate la samba tutto il pomeriggio per digerire.

Share Button