Ascolti: Peaking Lights – Cosmic Logic (2014)


Warning: Illegal string offset 'filter' in /home/fabioruolo/webapps/strettoblaster/wordpress/wp-includes/taxonomy.php on line 1442

Peaking_Lights_Cosmic_Logic_Artwork
Il nuovo album dei Peaking Lights è insieme una piacevole sorpresa e una conferma. Se da un lato conferma il valore artistico del duo, dall’altro sorprende per l’ampiezza di spettro dello stesso.
Dopo gli esordi rock elettronici, una profonda (stupenda) virata verso il dub, il ritorno del duo composto da marito e moglie ci regala una nuova cavalcata sonora verso scenari musicali ancora nuovi.

Cosmic Logic tiene fede al titolo, e illumina il vostro impianto di ragione cosmica, con un paio di hit senza tempo e tanto solido materiale. Telephone Call è immensa, per esempio, con il suo piglio da new entry all’ultimo posto di una qualsiasi hit parade del 1983, inarrestabile, sorniona e freaky al punto giusto. Sì, perché comunque in questo nuovo lavoro del duo del Wisconsin ormai di base ad L.A. si respira un’aria molto eighties, i synth e le batterie elettroniche la fanno da padrone, un pò wave un pò elettropop.

Con un tocco glam ed una spruzzata di space disco, la maggior parte delle tracce rimane leggera, uptempo, con una deriva eterea, alimentata e rinforzata dalla voce ben presente di Indra Dunis, che, se una volta era molto più “dentro” al mix, qui risplende di sua luce, dirigendo le architetture sonore di Aaron. E i temi svariano sulla vita quotidiana del duo, sul passaggio dall’essere due scoppioni che facevano musica in garage a due professionisti della musica, con tanto di prole a carico, e sulle distonie che questo causa nella vita di entrambi. Ascoltare New Grrrls per credere.

Abbiamo tra le mani un album ben confezionato, gradevole dall’inizio alla fine, a cui tutto sommato si può perdonare il peccato di non avere moltissimi picchi, e di fare della compattezza sonora il suo pregio maggiore, che inevitabilmente diventa però anche il suo limite ultimo, per quanto il convento passi molto di peggio di questi tempi. Dategli una chance, e poi ci direte. Un paio di preascolti dal soundcloud dei ragazzi.

Share Button